Che palle. Ancora?

martedì, ottobre 11, 2011

Qua una non fa in tempo a girarsi un attimo, che, ZAC...tagliano le gambe.

Una non fa in tempo a starnutire, ZAC...querela.

Uno non può esprimere un'opinione che ZAC 12 mila euro da pagare!

Ma, se vi deste una calmata?
Per chi non lo sapesse,  in questi giorni si sta  discutendo del famoso Bavaglio, quella schifezza per cui  l'informazione e la libertà di parola sfumano anche su internet. 
Ora dico io, avevamo tirato un sospiro di sollievo a Luglio, la legge era stata rimandata e si sperava anche ripensata...ovviamente chi sperava in un ripensamento o miglioramento non conosce Berlus la politica italiana.

Le modifiche per adesso non sono definitive, fino a qualche giorno fa blog e testate giornalistiche erano stati accomunati, adesso si pensa a regolamentarli in maniera differente; sta di fatto che il succo è lo stesso. Niente più libertà di parola.

E' una cosa che non sta nè il cielo nè in terra, tantomeno sugli alberi.
A rischio c'è un patrimonio inestimabile : la nostra libertà.

Se io voglio dire che una determinata cosa, devo avere il diritto di farlo Porca Miseria. Ma dove siamo finiti? All'Epoca di Mussolini senza libertà di stampa? Eddai.
Sempre l'Italia eh.
Cosa ci capiterebbe?
Un esempio a caso eh.
Se io dico che Berlusconi è un mafioso, è una mia opinione.
Se il Berlusca leggesse questa cosa e lui non fosse d'accordo, mi dovrebbe scrivere di togliere quella frase perchè a lui non va bene (!!!) e io sarei COSTRETTA a toglierla.
[Mary mi ha fatto notare che questo esempio è un po' troppo e scade nella diffamazione...ops. Scusate, è puro veleno ahahahahah. Ritento!]

Se una Blogger  scrive che un prodotto che ha testato non le è piaciuto, è tremendo....e chissà cos'altro di negativo e l'azienda lo viene a sapere avrà tutto il diritto di chiedere di cancellare "l'opinione" e magarimagari anche di rettificarla in positivo. Noi non solo saremmo costrette...

Capite? E' assurdo.
Adesso, ripeto che la legge è in evoluzione, ma qui si parla di un'informazione muta. 

Ragazze scrivete più possibile, fate sapere che succede a chi ancora non lo sa.
Firmate questa petizione qui --> click!

E ricordo, nuovamente, questo articolo della Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea (2000)

Articolo 11. – (Libertà di espressione e d'informazione)
1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera.
2. La libertà dei media e il loro pluralismo sono rispettati.

E questo fantastico articolo della Costituzione Italiana:Art. 21. - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto eogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.
Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.

Siete anticostituzionali...
per non dire coglioni ecco.

You Might Also Like

1 commenti

  1. Sacrosanto post tesoro!
    Bisous.
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina

Follow @QuellaClaudia