Nac: black polish, hot or not?

domenica, novembre 03, 2013

Sdoganato, ormai, come tutti gli altri colori. Per fortuna, direi.

La prima volta che ho smesso lo smalto nero, beccai un sonoro rimprovero a scuola dalla mia emancipatissima (ahahah!) insegnante di letteratura perché il mio smalto non era adatto ad un ambiente scolastico e che, quindi, avrei fatto meglio a evitare di metterlo a scuola (ma anche fuori, secondo il suo parere). 
Ovviamente, con nessun altro colore avevo mai avuto gli stessi problemi ma, chissà perché, il nero le ha fatto impressione, che vi devo dire?

La mia storia d'amore con lo smalto nero é iniziata parecchi anni fa e non nascondo che, dentro, ci fosse un senso di ribellione e anche un po' di influenza (che non vedo come una cosa negativa, visto che mi é servito a crearmi dei gusti), della musica che ascoltavo, di quello che vedevo.
Insomma, il mio smalto nero aveva un perché, condivisibile o meno.

Sono passati parecchi anni da quel giorno e ormai la maggior parte delle donne che usano lo smalto, l'ha indossato almeno una volta. Non é più segno di distinzione di uno stile particolarmente darkeggiante o rockeggiante ma, al contrario (e con mia grande e piacevole sorpresa), l'ho visto indossato benissimo da donne molto eleganti, con un look sofisticato e sobrio. 

Come qualsiasi cosa, bisogna saperlo portare e lì é questione (anche) di fortuna. Sicuramente avere una mano affusolata, unghie naturalmente belle di forma e un'eleganza innata, aiuta. Questo é innegabile.


Insomma, diciamolo che lo smalto nero é quello piú rischioso, quasi quanto il rosso (anzi, esattamente come lui) ché basta superare di un centimetro la soglia e fa subito trash e, a meno che non sia quello l'effetto desiderato, insomma...occhio, vi pregoh.

Come tutti gli smalti scuri necessità di una stesura impeccabile e di una manicure perfetta. 
Personalmente adoro le mandorle e lo smalto nero ma, se vi sembra troppo "Blair witch project" basta  squadrarle dolcemente (quanta poesia! Manco se stessi parlando di ginnastica pre-parto!) e scegliere il finish più adatto a noi.

Ormai si trova in giro di tutto: ci sono quelli classici cremosi da sigillare con top coat extra-lucidante e fa subito effetto sorelle Kardashian (é bello sognare!)...
poi ci sono tutte le varianti possibili e immaginabili perché quello é un colore che permette di giocare molto. 

Si va dal perlato (tipo il Black Pearl di Chanel) che trovo molto adatto a look piú sofisticati ed eleganti, al glitterato (mono o multicolore) che fa subito "A-E-I-O-U-Y Braziiiiil"  (Capodanno, sí), poi ci sono quelli a base nera ma con millemila riflessi (tipo Tess d'Ubervilles di A-England che ciaoproprio) quelli metallizzati e, insomma...ne trovati davvero di tutti i tipi.

Io, personalmente, mi sto innamorando del finish opaco che, secondo me, sul nero dá il massimo. Lo rende particolare e non eccessivamente vistoso. Adattato soprattutto a chi ama portare anelli (tipo la sottoscritta), molti anelli (tipo nelle foto, ecco).

E...a voi, belle lettrici di PSV, lo smalto nero piace o proprio no? 
Avete uno smalto nero preferito o avete intenzione di comprarne uno? 
Consigli e suggerimenti su nuovi da acquistare sono sempre ben accetti.

Ed é ben accetta anche qualcuna che mi aiuti a fissare il mantra, che me lo tatui, magari:

"Daniela, non hai bisogno di un altro smalto nero".



Vieni a farti due chiacchiere con noi su Google Plus? No, perchè ci divertiamo un sacco. Si parlotta di tutto e di più, soprattutto di più. Daaaaaaaai, vieni.

You Might Also Like

0 commenti

Follow @QuellaClaudia