Fashion Trend: Ma si chiama ancora intimo?

martedì, aprile 03, 2012

E' pur vero che vestire l'intimo giusto ti fa sentire bene, ed è anche vero che solo alcune possono permettersi di andare in giro senza reggigrazie (per me, solo la retromarcia..la prima deve avere almeno quello a fascia. ALMENO.).
Questo non vuol dire che siccome ce l'hai su, tutti debbano vederlo. Siamo d'accordo?
Credo che questa mania sia sbucata da quando tutte le marche che fanno intimo hanno cominciato a propinarci colori fluo, sgargianti con mucche e topolini, per tentare di contrastare il sensualissimo pizzo nero.
Passi l'intimo colorato, carino, giocoso. Ma mi volete dire che la bretella fuori dalla canottiera sia di moda?

No. non lo accetto. Perchè io devo essere costretta a vedere quello che tu dovresti avere sotto la maglia? Perchè si porta ancora sotto i vestiti, vero? Non è che qualcuno mo' si inventa di fare andare in passerelle quei poveri giunchi con le mutande sopra i pantaloni e i reggi sopra le magliette, quindi tutte penseranno di poterlo fare (avete preso fiato in questa frase? E' lunghissima!) ? Dopo tutti i danni che ha fatto e sta facendo la moda con i trend che lancia, non ne abbiamo avuto abbastanza?

No, a giudicare come le ragazze hanno deciso di andare in giro. Ho paura dell'estate a questo punto.
Il modo di portare l'intimo-non-intimo sono diversi e alcuni tra i più visti sono 3:

Ovvero colei che lo fa apposta. Diciamocelo, se compri un reggiseno con un fiocco grande quanto la tua schiena, o con strass o chi più ne ha più ne metta è perchè lo vuoi far vedere, e non solo nel tuo letto o a casa tua perchè altrimenti non lo metti sotto gli abiti. Lo fa apposta.
Compra una cosa così, una maglia uber-scollata...et Voilà, partiamo con la Conga.

Poi c'è la finta tonta, figlia della televisione di Simona Ventura.
Quella che si vede e non si vede, quella che ha le coppe del reggiseno che si vedono ma se la guardi un po' strana fa finta di non capire.
Cioè dai, mi prendi in giro? Il tuo reggiseno ha su i cristalli applicati... Mi vuoi dire che casualmente sta spuntando dalla tua canotta/maglia/camicia?

Quella che compra dei capi trasparenti per cui si sente in diritto di andare in giro in reggiseno (che, porca miseria, non è un costume! NO non è la stessa cosa.). Ora, io parlo con te.
TU sai dell'esistenza delle canottiere? Dei top? Delle fasce decorate?. No? SALLO!
Che poi, magari magari, ti senti dire "non posso mica andare senza, scusa". Si, me lo sono sentito dire. No, non l'ho presa a schiaffi.

L'intimo è intimo. Lo dice la parola, ripetete con me: IN-TI-MO.
Lo dice, persino il dizionario, va là.
intimo[ìn-ti-mo] agg., s.
• agg.
1 Che è più interno e non è quindi visibile dall'esterno || parti i., genitali |biancheria i., che è a contatto diretto con la pelle | igiene i., pulizia delle parti i. del corpo
2 Profondo: indole i.; estens. che proviene dall'animo: i. forza, certezza || vita i., interiore
3 Stretto: i. unione
4 Ammesso nei luoghi più familiari, messo a parte di pensieri e sentimenti strettamente privati: amico i. || avere rapporti i. con qlcu., una relazione amorosa | colloquio i., colloquio confidenziale oppure incontro tra innamorati | cerimonia i., a cui partecipano solo i parenti stretti e pochi amici | ambiente i., accogliente, familiare
• s.m.
1 (solo sing.) Parte più interna, più nascosta: rifugiarsi nell'i. della casa
2 fig. (solo sing.) Interiorità, animo: nel proprio i.
3 (f. -ma; spec. pl.) Persona a cui si è legati da stretti rapporti: alla mia festa ho invitato soltanto gli i.
• avv. intimamente 1. Nel profondo dell'animo, nell'intimo: intimamente commosso; in modo approfondito: conoscere intimamente una materia 2. Con confidenza reciproca: conversare intimamente 3. Strettamente: i due avvenimenti sono intimamente legati tra di loro
• sec. XIV
Credo di aver capito il problema.

Sei Analfabeta.

Diffondete il verbo, l'intimo sta sotto!
Facciamolo diventare uno slogan!

No?

You Might Also Like

0 commenti

Follow @QuellaClaudia