Di quando tu stai male e arrivano gli ospiti.

giovedì, febbraio 27, 2014


Perchè sì, queste persone esistono e ci rubano l'ossigeno. Gli ospiti intendo.
Chè sembra lo sappiano loro quando è il momento peggiore, quello in cui nulla è capace di tirarci su.
Quando la casa si sta auto distruggendo e i fazzoletti stanno per piantare la bandiera della vittoria sulla libreria, quando l'ossigeno al tuo cervello non ci arriva neanche per sbaglio, quando la mattina al posto della colazione c'è caffè e tachipirina.

Quando i germi ti chiedono spazio sul divano, è in quel momento che arriva il messaggio:

Sei a casa? Stiamo passando. 
Notate la sottigliezza vero? E' questione di abitudini diverse, in realtà qua non si usa troppo chiedere prima di arrivare. Diciamo che avete quei 15 minuti canonici per buttare i fazzoletti e mettervi qualcosa di diverso dal pigiama che avete su da due settimane. 

Le cose che puoi fare in un quarto d'ora sono infinite, la prima è ovviamente incollarti quei dieci dodici kg di mascara (lo toglierai con l'acqua ragia la sera) sperando di ravvivare la palpebra moribonda. 
Ti prego, lascia stare la vestaglia e il pigiama, prendi un bel maglioncione e un leggings, metti su un look finto sfigato. 
Mentre pensi al look, prepara una tazza di tè così la piazzi sul tavolino insieme ai pacchetti di fazzoletti poggiati stile tetris, diamo il messaggio subliminale : sto sempre male, ve pare che.
Non tirate fuori da mangiare, c'avete la scusa della malattia e della spesa non fatta. Poi se non sono ospiti proprio pessimi qualcosa la portano e lì sarà la vostra disgrazia perchè si fermeranno per più di mezz'ora cosa che vi obbligherà a stare attente a quello che succede intorno.

Sono momenti difficili, io lo so e vi sto accanto.
Sono momenti che si superano e per questo sto andando a mettermi i dodici kg di mascara.

You Might Also Like

0 commenti

Follow @QuellaClaudia