S.a.s: ma i kimono, quali?

lunedì, maggio 26, 2014


Lo so che vi mancavano gli appuntamenti con "Se Avessi Soldi".
Per questo centro perfettamente il trend e ve ne propongo uno su cosa comprare e cosa evitare come la peste kimono-parlando.

Credo che Hm abbia perso di vista il concetto di kimono e lo abbia vagamente confuso con quello di palandrana. Ma tant'è. Robe lunghe dalle fantasie improbabili. Peccato, negli anni scorsi aveva decisamente fatto un lavoro migliore.
Anche se, come al solito, il catologo online non rispecchia manco per niente la varietà del negozio. Io, al punto vendita, un kimono carino carino a fiori l'ho visto... quindi meh. Come sempre andate a vedere in negozio, online è poco affidabile (Quando apre lo store online H&m? Sarebbe tutto molto più semplice).

Bershka ci da più soddisfazioni, anche se le taglie sono per i personaggi di Curiosando nei cortili del cuore (la regia ci fornisce il video sigla).
Sono un po' più primaverili questi no? Cioè, per l'estate sono belli... vivaci. Li trovate qui.



Da Stradivarius altra delusione, perchè mi sa che hanno preso un po' troppo sul serio e sul personale l'uso della stampa fiorata/colori vivaci/caos. Ma tipo troppo.  Facciamo meno.

E' mio dovere avvisarvi che sta prendendo piede il kimono effetto centrino della nonna e io non me la sento di consigliarvi dove comprarlo perchè penso seriamente che andrebbero bruciati.
Già il crochet l'anno scorso ha fatto danni irreparabili, case devastate alla ricerca di vecchi centrini da cucire, nonne disperate per la sparizione di quei tesori. Niente, una tragedia.
Ora il kimono crochet non lo accetto.

Asos come sempre si riconferma il capo indiscusso di sempre.
Da quelli più minimal, perfetti per completare un look più elegante e formale a quelli fiorati che io amo tanto tanto tanto.
1. 2. 3. 4. 5.  

Poi se proprio volete esagerare, Forever21 è sempre un consiglio valido.
Buono shopping!

You Might Also Like

0 commenti

Follow @QuellaClaudia