Io non vado più dal parrucchiere

lunedì, aprile 25, 2016


Può essere una forma di outing?
Una sottospecie, intendo.
I miei capelli ad un certo punto hanno deciso che no, non volevano fare più niente se non starsene lì crespi a sputare forcine. Un po' come è successo qui. 
Vi giuro, io le metto e loro tornano indietro. Ho una testa strana.

Vi dirò: ho i capelli lunghi e trattatissimi e quindi rovinati.
Ho provato, forse, ogni colore esistente e sì, ho avuto anche i capelli fucsia e rosso fuoco. Ci piace la sobrietà da queste parti.
Immaginate le mie punte. Avete presente le spugnine di ferro per lavare le pentole incrostate? Esatto. O la paglia ammassata nei fienili? Siamo andati molto vicini a quell'effetto.

Oltretutto, perchè farsi male non è mai abbastanza, avevo preso la bellissima abitudine di andare dal parrucchiere tutte le settimane. Non che non vada bene, se avete quello giusto. Se una piega la paghi 7€ e te la fanno in 25 minuti forse non è il caso.
Morale della favola: capelli da tagliare.
Dopo aver pianto cento lacrime per ogni capello, bisognava correre ai ripari perchè se Linus aveva la coperta io ho la mia chioma. Tipo Sansone va.
E quindi ho detto no al parrucchiere e alle tinture (anche perchè a 25 anni anche basta capelli fucsia) e nuove coccole per i capelli.

Ora, io non ho molta pazienza e neanche tanto tempo quindi serviva una cosa semplice, abbastanza veloce e performante (ho sempre sognato usare questa parola!).
La soluzione era sugli scaffali del supermercato, una profumatissima maschera per capelli crespie spenti all'Olio d'Argan e Camelia di Ultra Dolce Garnier.
Va applicata dopo lo shampoo per 3-5 minuti, non lo sapevate vero? Grandi sorprese.
Una volta sciacquata via, io la differenza l'ho sentita subito: i capelli erano già più morbidi e setosi. Non sembravano neanche i miei, che soddisfazioni.
Asciutti erano lucidi, profumati (tanto! Cosa che è durata anche nei giorni seguenti...occhi a cuore!) e di pettinavano che era una meraviglia.

Consigli per gli acquisti conclusi. Prego.

You Might Also Like

4 commenti

  1. Ti capisco, io non li taglio ne vado da un parrucchiere da circa..mmm 8 anni più o meno? e anche io come te ho fatto le peggio cose. Per un periodo li ho avuti castani e decolorati sulle punte. E le punte le ho colorate con i colori dell'arcobaleno. Li ho torturati. Ma nonostante tutto mi va bene che sono ancora belli e forti.

    http://angolodellamisantropia.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Ahaha anche io ho tinto i capelli per tanti anni e solo da due anni ho deciso di non farmeli toccare più (merito della gravidanza della mia parrucchiera) e ora riscopro dei capelli più voluminosi sani e disciplinati! Bellissimo post!

    RispondiElimina
  3. Io pure sono una che dal parrucchiere non va più da anni, la cosa brutta è che porto la frangia quindi nel momento di cimentarsi al taglio casalingo, ho passato molto tempo con frange oblique (e non fashion) o frangette minuscole perché non sono dotata di senso della misura. Ma sto imparando. Io ho eliminato completamente il balsamo e i miei capelli sono rinati, una volta ogni due settimane faccio la stessa maschera che usi tu. Un toccasana per i capelli.

    http://contesdefees.org

    RispondiElimina

Follow @QuellaClaudia