Vi spiego l'isteria di chi è a "dieta".

venerdì, maggio 06, 2016


Decidere di iniziare seriamente una dieta o un'alimentazione sana è una delle scelte più difficili che si possano fare.
La difficoltà reale è iniziare questo percorso con le motivazioni giuste, con la voglia di riscoprire un nuovo modo di vivere il cibo. E' una cosa complicata ed essere motivati quando la strada da fare è lunga è piuttosto impegnativo.
Convincere la tua mente che puoi farcela e educare il tuo corpo al nuovo regime è più che altro un'avventura che può bruscamente interrompersi quando il supporto di chi hai accanto viene a mancare.

Il fatto è che quando decidi, per davvero, di intraprendere questo viaggio con te stessa ti stai mettendo alla prova e non importa quanto forte sia la tua convinzione se sei chiamata a difendere il tuo percorso davanti a persone che, non capendo a fondo il perchè delle tue decisioni, cominciano a punzecchiarti in continuazione.
Perchè, se decido di prendermi cura di me portando il mio stile di vita ad un nuovo livello, devo scontrarmi con persone che non hanno la sensibilità di capire che è difficile e costa sacrificio?

Da anni mi sto rapportando a diversi tipi di alimentazione, la mia massa grassa era altissima e i kg da perdere erano tanti. Mi ci sono messa e un passo alla volta mi sono avvicinata al peso che mi faceva stare meglio, sono arrivata al punto di guardarmi allo specchio e non farmi poi così tanto schifo.
Fin lì, i vari commenti del "non ne hai bisogno" o peggio "ma vai bene così smettila" erano sopportabili. La forza di volontà era tanta e lo scontrarmi con persone che non condividevano il mio traguardo non era un grande problema.
Poi è arrivata la consapevolezza che non mi bastava più la dieta, volevo uno stile di vita sano. Volevo stare bene e non solo visivamente ma fisicamente e mentalmente. Volevo un corpo all'altezza dei miei obiettivi.
Mi sono iscritta in palestra ed è stato come se in palestra avessi iscritto tutta la famiglia.

Ma perchè? Ma sei esagerata!
Non c'è bisogno!
Stai diventando troppo magra!
Ma non mangi mai.
Guarda le ossa.
Ma non stai mangiando bene.
Ti stai ammalando.
Tanto li riprendi.
Tu mangi strano.
Ecco, sei diventata fissata.
Ma che devi fare sempre in palestra?
Mangia un po' che ti fa bene.

Capito?
Provateci voi a stare così.
Ad avere un obiettivo e ad avere persone intorno a cui non interessa nulla se non dare fiato alla bocca.
Sei diventata asociale, dicono sempre.
E' vero, si diventa asociali con persone che non capiscono. Perchè, oltre a lavorare su me stessa cercando di far diventare la mia volontà sempre più forte, devo convincer gli altri che sto facendo bene? Perchè dobbiamo essere portate a sentire pareri non richiesti?
Perchè se cambio la mia alimentazione non imponendola a nessuno, gli altri devono imporre la loro idea di alimentazione corretta su chi ce la sta facendo?

Qual è il motivo per cui chi lotta per raggiungere un equilibrio con se stessa deve lottare anche con chi non condivide gli stessi obiettivi?
Perchè ci deve essere sempre qualcuno a fare il grillo parlante?
E' un percorso che richiede forza e i momenti di debolezza sono tanti, tirarsi su è difficile. Non abbiamo bisogno di persone che mettono il dito nella piaga e che ti portano a lasciare quello che stai facendo. Cambiare stile di vita è solo per il bene.

Sei aggressiva e isterica, ripetono.
E' sì, lo sarò ance di più se è necessario.
Non lasciate a nessuno la libertà di poter intaccare la vostra motivazione. Non ascoltateli. La vostra volontà è sacra e se l'unico modo per proteggerla è rispondere male allora fatelo. Mettete voi stesse davanti a tutto, è la vostra salute, è il vostro volervi bene.
Un giorno vorrete abbracciarvi da sole, vi sarete grate per esservi prese cura di voi stesse così.

Non è giusto.
Io sono con chi si sta impegnando, sono con chi ha deciso di mettersi alla prova e di crederci fino in fondo. Perchè potete farcela, possiamo farcela.
Chiudete le orecchie, gli occhi, accendete la musica e lasciate i pensieri indietro.
Un nuovo stile di vita è un nuovo stile di vita per voi.
Guardatevi e siate fiere. Gonfiate il petto e si, piangete un po' se ce n'è bisogno.
Emozionatevi davanti al vostro impegno e alla vostra volontà.
La più grande difficoltà è scegliere di farcela, il resto è tutto in discesa.
Guardatevi allo specchio, guardatevi negli occhi e accendete la scintilla.
Siete una forza, io lo so.

You Might Also Like

2 commenti

  1. Ti capisco perfettamente e so cosa significa essere circondate da persone "negative". A volte penso che parlino così solo per invidia perché loro non hanno la stessa forza di volontà che abbiamo noi (con tutti i sacrifici ma anche soddisfazioni che comporta!).
    Io mi ritengo fortunata però! Perché il mio compagno è come me, anzi è stato lui ad aprirmi gli occhi e questo mi aiuta molto. Sei bravissima...complimenti! Ti seguo sempre :)
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
  2. Mi sono riconosciuta molto nelle tue parole, dici cose cosi' personali e allo stesso tempo verissime per chiunque si sia messo a dieta. Riguardo l'essere asociali potrei scirverci un libro! Ma mi limito ad un commento (che fortuna!). Durante i miei 196 giorni di dieta ferrea ho proprio messo la vita sociale a margine, ho detto 'raga, se mi volete vedere va benone, ma niente cena, e berro' solo acqua minerale e limone, per questi mesi saro' antipatica e affamata e fissata e intrattabile, ma poi torno!'.
    E in realta' la dieta e' una lifechanging experience quindi te la trascini dietro un po' per sempre e sarai sempre un po' fissata, che ci vuoi fare.

    Barbs

    RispondiElimina

Follow @QuellaClaudia