Non so come dirvi i Trend dell'autunno-inverno

martedì, settembre 17, 2013


Sono cose che spiazzano e non so se le più deboli di cuore potranno sopravvivere a queste notizie se dette troppo brutalmente. 
La verità è che quest'anno arrivo in ritardo e più che altro tra un viaggio e un altro, tra un trasferimento e un altro non mi ero resa conto che l'autunno sta per citofonare. Entrare da Bershka è un'esperienza mistica, siamo già catapultate nell'autunno più inoltrato (e vorrei dirvi che a Milano fa un freddo porco). 

Che va di moda in questa stagione?!
Questa è una bella domanda e credo che vi stiate anche aspettando una risposta, da me. Nota esperta in stile, sempre all'avanguardia e contenitore del sapere infuso, io, Claudia, non c'avevo capito una mazza. Quindi mi è sembrato il minimo immolarmi per voi e fare un giro per negozi, capite che anima buona sono?

'Na decina di righe e ancora non vi ho detto niente, meno male che mi applico nei collage. Sono una grande fan delle diapositive, lo sapete..vi ho mai raccontato di quella volta in cui. BASTA. 

E' tornato il tartan. Si. Proprio quello scozzese, quello dei Kilt, quello a cui MAC ha dedicato due anni fa una collezione. Quello che fa tanto Madonna ai Met. Roba nuova, dunque. 
A Maggio avevamo detto che sarebbe andato di moda il Punk, no? Ce dovete crede quando scrivo ste cose.
Bershka ci risolve i problemi perchè entrate lì e vi rifate il guardaroba perfettamente in tema: c'è il tartan, ci sono borchie, ci sono i colori della stagione (bordeaux, verde bosco, nero, bianco e grigio), ci sono le fantasie del periodo (fiori, fiorellini, fiorelloni, tartan) e c'è roba in simil pelle. Ce semo. 

Vanno i materiali mixati e per questo ci viene incontro Stradivarius che ha proposto cappotti e giacche con maniche in simil pelle, tipo questo (però 80€...dai. Abbassate 'sti prezzi); leggings con tutte le fantasie possibili e immaginabili - vedi Pied de Poule che è tornato prepotentemente senza avvisare nessuno; e una caterva di magliette e felpe con frasi di tutti i tipi, vanno che ve devo dì, dove non lo so. 

Oltre a tutto questo chiasso di stampe e materiali, abbiamo il minimal che H&M  ci mette a disposizione (grazie signor h&m, te ne sono grata, anche per gli stivaletti che sono troppofighitroppo). Tagli puliti, tinte unite, cuciture invisibili: la meraviglia.

Zara non ve la nomino perchè sapete benissimo la mia antipatia per questo negozio.
Allora, 'namo a fare shopping?

25.000 su Google Plus?
Siete l'Amore. GRAZIE.

Comunque siamo pure su Twitter eh. Non ve lo vorrei dire. 

You Might Also Like

0 commenti

Follow @QuellaClaudia