Tipi da palestra.

mercoledì, febbraio 05, 2014



Siamo nel periodo della corsa alla fisicata.
Siamo nel panico per l'arrivo dell'estate e l'arrivo dei matrimoni che ci costringeranno in vestiti immettibili durante tutto il resto dell'anno. Siamo rassegnate.

Ci iscriviamo in palestra e, da brave ragazze, usiamo l'iscrizione come buon motivo per fare shopping chè andare a sudare come delle pazze e essere vestite anche male... No.
Bershka lo sa e ci marcia su. Grazie Bè, sei 'na catena amica il portafoglio ti ringrazia.

L'ostacolo seguente che ci allontana dalla fisicata è l'imbarazzo di apparire sfatte davanti agli altri in palestra. Gente sconosciuta che ti guarda mentre sei lì in preda a un enfisema polmonare mentre corri sul Tapis Roulant, o mentre ti esce l'ernia quando tiri su i pesi.
Ci sentiamo giudicate quindi poi diventa una questione di dignità.

La gente che incontriamo varia molto dalla zona e dalla palestra che scegliamo ma c'è sempre, sempre qualche figura ricorrente.

- Le tipe megnegne, quelle con il top in coordinato al porta iphone da braccio; quelle a cui le cuffiette non cadono mai dalle orecchie; quelle seguite dall'unico istruttore figo che c'è in palestra.

- Le vecchiette, le trovate in qualsiasi tipo di palestra. Più o meno sportive, più o meno allenate ma sempre con la tutina di ciniglia come la peggior Simona Ventura di turno; con i capelli in piega che neanche appena uscite dal parrucchiere e con una grande capacità polmonare che permette di parlare e fare la cyclette in contemporanea.

- I cartonati, se ne incontrano pochi. Sono quelli che pagano l'abbonamento e poi non fanno altro che sedersi a turno su attrezzi diversi e attaccare bottone con chi hanno intorno. Ogni tanto un addominale, ogni tanto alzano un peso, niente che porti via troppo fiato che serve a parlare.

- I cartonati allenati, sono quelli che tentano l'abbordaggio mentre sei in movimento. Tipo mentre tu sei sulla Cyclette loro si mettono in quella di fronte, o se sei sul Tapis Roulant salgono su quello accanto. State attente e teneteli a debita distanza, non perchè siano maligni ma di solito finisce che cadono perchè non stanno attenti a quello che fanno.

E poi ci siamo noi.
Quelle con la maglietta con un buchino sul lato destro, con il pantalone da tuta e la coda da cavallo che durerà i primi dieci minuti di allenamento. Quelle che si dimenticano la bottiglietta d'acqua da un attrezzo all'altro e alla fine rimaniamo perse a cercarla con lo sguardo mentre facciamo i pesi. Quelle che non sanno fare la respirazione come si deve e rasentano lo svenimento dopo la prima mezz'ora.

Quelle che alla fine ce la fanno perchè sono testarde.
Buon infisicamento (?!) a tutte, ci si aggiorna a giugno?

You Might Also Like

0 commenti

Follow @QuellaClaudia