Chiara Biasi, la magrezza e il senso critico.

martedì, agosto 18, 2015


Che argomento controverso.
Le donne e il fisico e le fans delle varie fazioni.
Possiamo dire che tutti abbiamo il giudizio facile, no? Siamo serie. Giudichiamo tutto, dalle scarpe di quella che ha attraversato la strada ai capelli della cassiera del supermercato. Figuriamoci le blogger e figuriamoci le blogger più popolari.

Siamo nel periodo del "BE-FIT". E come tutti i periodi, che cominciano come cose carine e quasi d'ispirazione, finiscono in fanatismo e inneggiamento di qualcosa di sbagliato.
Vi ricordate il periodo antecedente? "BE-CURVY" e ne è uscita la qualunque. Prima è iniziato per dare coraggio alle donne con le curve, poi è finito con lo slabbramento del termine curvy che ormai comprende dalle magre con le tette e fianchi alle donne in grande sovrappeso.

Cosa sta succedendo nel periodo Be-fit? A che livello siamo?
Siamo che, per esempio su Youtube, ovunque ti giri trovi video di diete, ricette light e video-allenamento (dai 7 minuti ai 45). Scorri la home di Instagram e hai solo foto di addominali contornati da fettucce di stoffe. Scopri per caso che quell'addome è attaccato anche ad una faccia. Strani i casi della vita.
Scopri che tutti i personaggi popolari sul web si sono prosciugate. Chi più, chi meno. Non si sono tirate indietro le due Major Blogger italiane: Ferragni e Biasi.

Qui poi partono le fazioni vere e proprie.
Ci sono quelle pro, ci sono quelle contro, ci sono le fanatiche e le moraliste.
Le prime due categorie si limitano all'esprimere un'opinione innocua, le altre fanno parte delle Ultras.
Si parte da "Oddio venderei mia madre per essere così" a quella che, dall'alto della sua laurea in psicologia, continua con "Sei anoressica! Le ragazzine ti guardano! Sei un cattivo esempio".

Siamo d'accordo che i personaggi così seguiti abbiano una grande cassa di risonanza soprattutto tra le giovani ragazze ma perchè, invece, le ragazze che stanno dall'altra parte (le blogger e tutte le famose che hanno esposto il proprio lato privato) debbano mettere davanti al loro stesse, il pubblico?
Perchè non ci si fa una domanda sul loro stato psicologico? Cosa ne sappiamo perchè sono diventate così? Perchè giudicare e basta?

Perchè il problema di una ragazzina deve essere ricondotto alla foto in costume di una blogger?
Perchè invece di giudicare chi troviamo sui social non cominciamo a insegnare il senso critico alle persone che ci stanno intorno? A figli, nipoti e cugini?
Perchè non si trova il tempo di far capire quale sia una giusta alimentazione, il giusto allenamento e come mantenersi in salute?
Perchè lasciare che le proprie figlie o nipoti vadano a cercarsele su internet le risposte imbattendosi in soggetti che si, magari non sono un grandissimo esempio, ma che non conosciamo.
Perchè non si fa capire che questi soggetti guadagnano con la loro immagine? E lo scandalo genera più click?

Perchè non esiste più un senso critico e la capacità di applicarsi e capire quali siano le possibili realtà che abbiamo davanti?
"Sei magra! Che schifo!" non è una soluzione.
Il problema della ragazzina debole che si attacca ad esempi così non è per colpa dell'esistenza dell'esempio. Non so se mi spiego.

Sarebbe così bello riuscire a parlare di salute nella maniera giusta.
Da dottori, da dietologi, da nutrizionisti.
Capire come funziona il nostro corpo e soprattutto imparare ad ascoltarci.
Qual è il vero problema?
  

You Might Also Like

1 commenti

  1. Ottimo post, sono sinceramente colpita dal punto di vista che offre.

    Barbs

    RispondiElimina

Follow @QuellaClaudia